Coscienza Svizzera
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione
Coscienza Svizzera

Ritorna

Convegno, Manifestazione
13 Ottobre 2018

Svizzera-Unione europea: Vivere la Svizzera nel cuore dell'Europa

Lugano, Università della Svizzera Italiana

Le ragioni di un convegno

Spartiacque tra Nord e Sud, la Svizzera sta al centro dell’Europa. I suoi fiumi – Reno, Rodano, Inn e Ticino – ne solcano il territorio, si ramificano, fertilizzano e alimentano gli scambi verso i principali Paesi che ci circondano, con i quali condividiamo lingue e culture.
Al dato geografico, fattuale e perenne, si sovrappone l’intreccio inestricabile di relazioni legate alle più svariate attività umane, sedimentate nel tempo e oggi accelerate da mobilità e contatti di straordinaria intensità e frequenza.
Un intreccio altrettanto fitto e inestricabile di patti, trattati, convenzioni e accordi traduce questo inestimabile retaggio in norme, lo regola, lo consolida, gli conferisce certezza e prevedibilità. Dal 1963 siamo uno dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa, dal 1972 partecipiamo all’Accordo europeo di libero scambio (AELS), e dal 1999 in poi abbiamo perfezionato questa relazione con due serie di accordi bilaterali (2002 e 2004) e ulteriori sei accordi dal 2004 al 2014. Su 5102 trattati in vigore per la Svizzera (Fonte: Banca dati trattati internazionali DFAE), 989 riguardano i nostri Paesi limitrofi, 177 l’Unione europea (UE), 75 gli USA, 46 il Regno Unito e 55 l’AELS.
Le realtà economiche, politiche e culturali rispecchiano questa densità normativa e il grado di integrazione della Svizzera nei confronti dell’UE e dei Paesi che ci circondano: 54% delle nostre esportazioni è diretto verso l’UE e 72% delle nostre importazioni ne proviene. Il 78% dei capitali esteri investiti in Svizzera proviene dall’UE (650 miliardi di CHF nel 2015), e 49% degli investimenti diretti svizzeri avvengono nell’UE (545 miliardi di CHF nel 2015).

 

Da qui l’importanza vitale di queste relazioni per il benessere del Paese e la necessità irrinunciabile di conoscerne almeno i principali aspetti, per misurare la posta in gioco delle scelte politiche che le riguardano, al momento in cui lo sviluppo e l’attualizzazione del quadro normativo che regge queste relazioni giunge a una svolta.


Per affrontare questa complessa materia e offrire opportunità d’approfondimento e d’informazione su basi affidabili, Coscienza Svizzera – che nel 2018 festeggia il 70° anno di esistenza – ha deciso di organizzare un evento d’eccezione, coinvolgendo non solo responsabili di alto livello, specialisti e addetti ai lavori, ma anche docenti e studenti, e di curare con particolare attenzione la comunicazione verso il pubblico interessato e i media.

 

La partecipazione è gratuita. L’iscrizione è richiesta per frequentare gli incontri della mattina; gli iscritti riceveranno una documentazione dettagliata. 

Iscrizione via piattaforma digitale nel sito: https://viverelasvizzera.eventbrite.com


Rassegna stampa

 

Legenda video - Prima parte


- 04:35 Intermezzo musicale a cura di Elisa Netzer
04:36-12:03 Saluto e introduzione di Boas Erez, rettore USI
12:04-22:20 Saluto e presentazione della giornata di Remigio Ratti, presidente di CS
  Riassunto temi dei gruppi di lavoro:
22:21-36:45 "Aspetti culturali" di Verio Pini
36:46-51:00 "Aspetti economici" di Ivano D'Andrea
51:01-59:40 "Integrazione sovranazionale e sovranismo" di Oscar Mazzoleni
  Discussione


Legenda video - Seconda parte


-06:15  Intermezzo musicale a cura di Elisa Netzer 
 06:16-44:00 Conferenza magistrale di René Schwok, professore Università di Ginevra
 44:01-fine Tavola rotonda "Il divenire delle relazioni Svizzera-Unione europea - Reto Ceschi, moderatore con la partecipazione di :
 

 Kathy Riklin, Renzo Ambrosetti, Sergio Morisoli, Mauro Dell'Ambrogio, Gret Haller


Legenda video - Terza parte


-07:10  Intermezzo musicale a cura di Elisa Netzer 
 07:45-49:18 Intervento di Ignazio Cassis, consigliere federale
  "Relazioni Svizzera-Europa: il Consiglio federale coglie la sfida!"
  Saluti finali di Remigio Ratti, presidente di CS


Relatori:

13 Ottobre 2018