Coscienza Svizzera
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione

Ritorna

Intervista esclusiva con Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia

 

Comunicato stampa

L'associazione “Coscienza svizzera” invita a sottolineare lo storico evento dell’apertura della galleria di base del San Gottardo e a riflettere sui rapporti fra la Svizzera e l’Italia, con un’intervista esclusiva con il Presidente della Regione Lombardia.
Con la caduta dell’ultimo diaframma della galleria di base, si preannuncia la possibilità di rafforzare i legami tra le diverse regioni della Svizzera, in particolare per la Svizzera italiana.

Coscienza Svizzera, gruppo di studio e informazione sulla Svizzera italiana che mira a tener vivo il senso civico svizzero e la sensibilità di una Svizzera in cammino, pubblica sul suo sito internet www.coscienzasvizzera.ch, nell’ambito del suo ciclo di ricerca e dibattito “identità nella globalità”, un’intervista in esclusiva con il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. Se negli ultimi anni ci sono state tensioni fra Svizzera e Italia, queste appaiono oggi ormai superate e si può ora ripartire su nuove basi. Secondo Formigoni, non sono mai venuti meno i buoni rapporti per quel che riguarda la sanità e i trasporti. Le sfide che sono all’orizzonte, e che vanno viste come grande opportunità, riguardano in particolare i trasporti sull’asse Nord-Sud, con l’esigenza di potenziamento verso Sud del grande progetto della trasversale ferroviaria Alptransit e il rafforzamento delle collaborazioni transfrontaliere.
Le dichiarazioni di Formigoni sono di grande auspicio per la Svizzera e i suoi rapporti con l’Italia. Inoltre, l’attenzione della Lombardia e dell’Italia del Nord è un modo per rafforzare il ruolo della “terza Svizzera”, della sua cultura e della sua lingua, anche in ambito confederale.
Il sito internet di Coscienza svizzera ospiterà nelle prossime settimane altre opinioni di personalità del Nord d’Italia.

Per ulteriori informazioni:
Remigio Ratti, 079 333 21 11; Sergio Roic, 076 573 11 69

Comunicati stampa (F, D)

1 Ottobre 2010