Coscienza Svizzera
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione

Ritorna

Corina Casanova, Presidente di Forum Helveticum

 

Il Forum Helveticum (FH), forum per la compresione culturale e linguistica in Svizzera, ha eletto la sua nuova presidente. Corina Casanova, ex cancelliera della Confederazione, è stata nominata durante l’Assemblea dei delegati tenutasi a Berna. Prenderà il posto dell’esperto dei media Roy Oppenheim a partire dall’autunno 2016.

 

In occasione dell’Assemblea dei delegati svoltasi a Berna giovedì 2 giugno 2016, il Forum Helveticum ha nominato la sua nuova presidente nella persona di Corina Casanova, cancelliera della Confederazione dal 2008 al 2015. Nata nel 1956 a Ilanz, Corina Casanova è cresciuta in Surselva e in Engadina. Dopo gli studi in diritto all’Università di Friborgo, ha ottenuto la patente di avvocato del Cantone dei Grigioni nel 1984, in seguito ha operato come delegato del CICR in Africa e in America Latina. Corina Casanova ha lavorato nell’amministrazione federale dal 1992, inizialmente ai Servizi del Parlamento, poi presso il Dipartimento federale degli affari esteri, e infine come vice-cancelliere della Confederazione. Oltre alle quattro lingue nazionali, parla anche spagnolo e inglese, incarnando una Svizzera pluralista e aperta. Si è inoltre attivamente impegnata in favore del multilinguismo nell’ambito delle sue funzioni presso la Cancelleria della Confederazione.

 

Corina Casanova, prima donna a guidare il Forum Helveticum, succederà nell’autunno 2016 a Roy Oppenheim, presidente in carica dal 2007. Sotta la presidenza dell’ex-direttore della SRG, il FH ha preso una nuova direzione strategica nel 2012. Oppenheim è stato a sua volta successore di personalità quali Hanspeter Tschudi, ex consigliere federale, Walter Buser, ex cancelliere della Confederazione, e Arnold Koller, ex consigliere federale.

 

Il Forum Helveticum, luogo di incontro e di dialogo, è stato fondato nel 1968. Dal 1996, si dedica soprattutto alla comprensione tra le regioni linguistiche e alla coesione nazionale. Come centro di competenza per la comprensione linguistica e culturale, si occupa di varie questioni sociali, politiche, economiche e culturali. Attualmente conta tra i suoi membri 30 organizzazioni attive in vari settori della società, per le quali assume i compiti di informazione, consulenza, sensibilizzazione e networking. Inoltre, ha iniziato nel 2015 l’Intergruppo parlamentare dedicato al multilinguismo in seno all’Assemblea federale.

11 Giugno 2016