Coscienza Svizzera
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione
Coscienza Svizzera

Ritorna

1948

Nel novembre 1941, in piena seconda guerra mondiale, la sezione dell'esercito chiamata Esercito e Focolare, già incaricata di provvedere al morale, all'istruzione e allo svago dei soldati, riceve l'ordine di gestire una campagna d'informazione per la popolazione civile. Organizzando conferenze, spettacoli, manifestazioni sportive e rappresentazioni cinematografiche e radiofoniche la Sezione diviene il più importante strumento della Difesa spirituale. Nel 1945 a guerra finita viene sciolta. Con la fine della guerra inizia per la Svizzera italiana un periodo di sviluppo economico eccezionale. Però il crescente antagonismo tra due sistemi sociali, economici e ideologici opposti, il blocco occidentale e quello sovietico,mette in allarme anche la Svizzera e ha ripercussioni su vari ambiti della politica interna ed estera del Paese. Nel 1948 s'instaura un governo comunista in Cecoslovacchia. L'Unione Sovietica blocca tutti gli accessi a Berlino ovest. Il ponte aereo per procurare i rifornimenti organizzato dagli occidentali evita alla città di soccombere. È in quella situazione che alcuni dei conferenzieri che avevano servito in Esercito e Focolare decidono di riattivarsi e di fondare una associazione civica: Coscienza svizzera.